venerdì 11 novembre 2016

La Civiltà Minoica scomparve probabilmente a causa di uno tsunami

A generare l'onda di tsunami alta 9 metri che nel 1628 a.C. attraversò il Mediterraneo, portando forse alla fine della civiltà Minoica, fu la caduta in mare dell'enorme flusso di detriti generati dall'esplosione del vulcano di Santorini. E' uno dei diversi dati che emergono dalla ricostruzione di una delle più devastanti eruzione di sempre effettuata da Paraskevi Nomikou, dell'università di Atene, pubblicata su Nature Communications.

mercoledì 9 novembre 2016

La riduzione del Ghiaccio nel Mar Glaciale Artico dal 1984 al 2016

Un cambiamento significativo nella regione artica negli ultimi anni è stato rappresentato dal rapido declino del ghiaccio marino perenne. Questo tipologia di ghiaccio, nota anche come il ghiaccio pluriennale, è la porzione del ghiaccio che sopravvive allo scioglimento durante la stagione estiva. Il ghiaccio perenne nel Mar Glaciale Artico può avere una durata di nove anni o più e rappresenta la componente più spessa del ghiaccio che può aumentare fino a raggiungere 4 metri di spessore. L'animazione della NASA/GSFC 'Weekly Animation of Arctic Sea Ice Age with Graph of Ice Age By Area: 1984 - 2016',  mostra la glaciazione settimanale del mare Artico osservata tra il 1984 e il 2016.

mercoledì 21 settembre 2016

Qual'é la causa del Riscaldamento Globale?

Gli scettici che si interessano al cambiamento climatico propongono varie cause naturali per spiegare il motivo per cui la Terra si è riscaldata di circa 1°C  dal 1880. Ma, queste interpretazioni dimostrano quali sono i fattori climatici, nello specifico, qual'é il forzante radiativo che determina l'aumento della temperatura del Pianeta? L'animazione che vedete sopra della Bloomberg, realizzata sulla base dei risultati ottenuti dagli scienziati del Goddard Institute della NASA, rispecchia il consenso scientifico mondiale in materia e mostra la causa che provoca il riscaldamento della bassa Troposfera e degli Oceani. I Modelli Climatici con cui si ricostruiscono le temperature, non sono realizzati in base ai capricci o alle opinioni dei climatologi, ma si ottengono con dati sperimentali elaborati da determinati modelli matematici, come dimostra il Documento pubblicato dall'IPCC: Evaluation of Climate Models, WG1AR5.

venerdì 9 settembre 2016

Attività sismica e geologia di uno stratovulcano

Questo video realizzato con la collaborazione tra la Vulcano Disaster Assistance della US Geological Survey e l'IRIS EPO, mostra uno schema generico dell'attività sismica e geologica di alcuni (ma non tutti) stratovulcano, a lungo dormienti, osservati durante i mesi e le ore che precedono un'eruzione. Secondo gli scienziati, i terremoti che si verificano in prossimità e sotto i vulcani, rappresentano dei segnali d'allarme che preannunciano eventuali variazioni del volume dei gas vulcanici e del magma.   *Animation & graphics by Jenda Johnson, Earth Sciences Animated.
*Narrated by Wendy Bohon, Informal Education Specialist, Incorporated Research Institutions for Seismology. *Reviewed by: Wendy McCausland, USGS—Volcano Disaster Assistance Program John Pallister, USGS—Volcano Disaster Assistance Program Jake Lowenstern, USGS Volcano Hazards. *Program Graphic of volcano interior modified from Richard Hill & Lisa Faust Maps from Google Earth.
*Supported by: Volcano Disaster Assistance Program and National Science Foundation.

venerdì 22 luglio 2016

Variazioni del livello degli Oceani misurate dal Satellite GRACE

Questa animazione della NASA mostra le variazioni del livello del mare, quindi, l'aumento e la diminuzione in risposta alle variazioni dei campi gravitazionali e della rotazione terrestre. Impressiona la riduzione del volume di ghiaccio che ricopre la Groenlandia.

venerdì 15 luglio 2016

L'estinzione di massa dell'evento K-Pg é stata indotta da dense polveri di fuliggine stratosferica

Un nuovo studio apparso su Nature, Mizukami et al., (2016), suggerisce che l'estinzione di massa avvenuta 66 milioni di anni fa tra il Cretaceo/Paleogene che determinò l'estinzione dei dinosauri non aviani e degli organismi marini, nonostante sia stato un evento drammatico per certe specie e generi, è stata importante perché ha portato alla macroevoluzione dei mammiferi, inclusa la nostra specie.

lunedì 11 luglio 2016

Il ciclo litogenetico o ciclo delle rocce


Queste due illustrazioni di Phil Stoffer, geologo presso l'United States Geological Survey mostrano il ciclo delle rocce. La prima, pubblicata nella pagina del sito Geologycafe.com, è rivolta ai professionisti che operano nel settore, la seconda, più semplice, potrebbe essere un utile strumento utilizzabile ai fini della didattica nelle scuole. L'Università di Padova ha realizzato un documento in PDF, breve e semplice, in cui è possibile comprendere come avviene questo interessante fenomeno.

domenica 26 giugno 2016

La demistificazione dei modelli climatici, un libro gratis per tutti sulla climatologia

La Springer ha pubblicato online e GRATIS un ottimo libro di climatologia: 'Demystifying Climate Models', utile per gli insegnati di Fisica, delle scienze della Terra, per i professionisti che si occupano della Meteorologia sinottica e per tutti quelli che hanno il desiderio di conoscere questa disciplina scientifica. Il testo affronta l'argomento del cambiamento climatico senza la propaganda politica che confonde le idee a chi per la prima volta cerca di capire una materia nuova e complessa, spiegando che la causa é ormai nota agli scienziati. C'é un gas serra che si sta accumulando nella troposfera da 150 anni, e dall'analisi degli isotopi risulta che il Forzante Radiativo in questione é la CO2 antropica, che é esterna al naturale Ciclo del Carbonio. Gli autori sono: Andrew Gettelman, un PhD che insegna alla University of Washington, Seattle e alla B.S.E. Richard B. Rood, un PhD che insegna Meteorologia, Climatologia, Scienze dello Spazio alla Florida State University e  Fisica alla University of North Carolina. La Springer è un gruppo editoriale con sedi a Berlino, USA e Paesi Bassi e Italia, ed é specializzato nell'edizione di riviste scientifiche peer reviewed (2.900) e 200.000 libri, quindi collabora e stipula contratti con diverse Università e istituti scientifici, come ad esempio il CNR, Univesità degli Studi di Bari, Università degli Studi di Genova, Università degli Studi di Padova di Parma e di Pisa.

domenica 5 giugno 2016

Aumenta la vegetazione dell'Alaska e del Canada

I ricercatori della NASA hanno pubblicato uno studio - analizzando 87.000 immagini registrate dal Satellite Landsat attivo dal 1984 al 2012 - in cui hanno dimostrato un evidente incremento della vegetazione nell'Alaska e nel Canada. Le temperature in aumento nell'Artico hanno allungato le stagioni modificando la fertilità dei terreni. Gli scienziati hanno osservato che le tundre erbose e gli arbusti hanno accresciuto la propria estensione e densità. In particolare la tundra occidentale dell'Alaska, la costa settentrionale del Canada, la tundra del Quebec e del Labrador. In un clima che cambia, quasi un terzo della copertura del suolo - in gran parte della tundra Artica - mostra la persistenza di ecosistemi più caldi.
Immagini acquisite dal Satellite Landsat del NASA Goddard Space Flight Center di Cindy Starr.

martedì 24 maggio 2016

Il 55% dell'inquinamento atmosferico da PM2.5 in Europa e negli Stati Uniti é causato dall'agricoltura

Il particolato suscita una grande preoccupazione per la salute pubblica perché causa il cancro e incide notevolmente sulla mortalità cardiopolmonare. Di conseguenza, i governi dei paesi più industrializzati devono monitorare e fissare i limiti per ridurne le emissioni.

venerdì 13 maggio 2016

Scomparsa delle Isole Salomone, le cause sono diverse


Uno studio pubblicato su Environmental Research Letters Albert et al., (2016), condotto da un squadra di ricercatori australiani, mostra come l'uomo e la natura stiano modificando la geografia della Terra.

giovedì 11 febbraio 2016

I cambiamenti climatici causano un aumento dei costi dei voli aerei transatlantici

video
Un nuovo studio pubblicato su Environmental Research Letters ha dimostrato che gli aerei che volano tra l'Europa e il Nord America impiegano più tempo a percorrere un volo a causa degli effetti del cambiamento climatico che sta accelerando la corrente a getto, un vento che soffia ad alta quota da ovest a est attraverso l'Atlantico. Questo determina un'accelererazione dei voli diretti verso est, e un rallentamento dei voli diretti a ovest. Le conseguenze si tradurranno in un aumento dei costi del carburante per le compagnie aeree che potrebbero alzare i prezzi dei biglietti peggiorando in talo modo l'impatto ambientale del trasporto aereo. Quindi,  gli spostamenti transatlantici bruceranno 22 milioni di dollari di carburante in più all'anno emettendo 70 milioni di kg di CO2 in eccesso, che corrispondono alle emissioni annuali di 7.100 case inglesi. Il video realizzato dal NASA/Goddard Space Flight Center mostra come si muove la Corrente a Getto nell'atmosfera. ‪‎Visualization‬ Credits:
Trent L. Schindler (USRA): Lead Animator
Greg Shirah (NASA/GSFC): Animator
Horace Mitchell (NASA/GSFC): Animator
Jefferson Beck (USRA): Producer
Kayvon Sharghi (USRA): Writer

martedì 12 gennaio 2016

Benvenuti nell'Antropocene?

Uno studio realizzato da un gruppo di scienziati della British Geological Survey pubblicato su Science, Waters et al., (2016), ha dimostrato che gli esseri umani stanno alterando l'equilibrio climatico e ambientale del Pianeta ad un tasso crescente, inclusi i processi geologici globali a lungo termine.